(L’URLO) Una deriva scientista contraria alla natura dell’uomo

3 maggio 2020.
Siamo al termine della cosiddetta FASE 1.
In molti sentiamo che il punto non è più cercare di comprendere cosa sia questo nemico “invisibile”. La manipolazione mediatica e di un certo sistema sanitario sta venendo a galla.

Sempre più persone incominciano a nutrire dubbi sulla narrazione ufficiale. Sin da principio abbiamo sentito che la dichiarazione di pandemia avrebbe creato un alibi geniale alla Banche centrali.

Il virus come caprio espiatorio per spostare l’attenzione mondiale altrove. Scaricando su un virus la causa del collasso di un intero sistema monetario basato sul dollaro e sulle fiat currencies (senza più controvalore in oro) Oggi la popolazione mondiale crede che il colpevole di quanto ci sta economicamente e sul piano dei diritti aspettando sia un “nemico” invisibile che proviene dalla natura. Una natura malvagia capace di distruggere una intera civiltà.

E quelli che alcuni investitori ed imprenditori internazionali, come Kiyosaki, Maloney, Jim Roger, Peter Schiff, considerano “criminali” oggi, su tutti i media, vengono spacciati come coloro salveranno l’economia di ogni Paese, creando trillioni dal nulla… e diventando padroni di tutto.

Un collasso economico globale di immensi proporzioni era stato annunciato da molti e da diversi anni. Quello che pochi avevamo immaginato (ma neppure così pochi visti operazioni cinematografiche come il film “CONTAGION” del 2011) era la minaccia a marce forzate delle nostre libertà. Steiner lo aveva predetto nel 1917: che per mano di medici materialisti attraverso i vaccini avrebbe reso l’intera umanità disumana, senza più anima né spirito.

Un mondo è finito. Ne è iniziato un altro. Non ci sono colpevoli da un lato e innocenti dall’altro: “tutti siamo complici” conclude il dottor Fioranelli in una lunga lettera in cui dichiara il fallimento di un intera generazione.

4 commenti su “(L’URLO) Una deriva scientista contraria alla natura dell’uomo”

  1. Ciao Andrea mi è piaciuto molto il tuo articolo sul dr Fioranelli e anche il bel video anche se ho dovuto utilizzare le cuffie per sentirlo bene. Avete sintetizzato bene la sfida che ci troviamo davanti e che abbiamo il dovere di accettare per portare nuovi modelli più umani e sostenibili. L’alternativa è rimanere schiavi a delle condizioni ancora più totalitarie. Molte persone si destano. È necessario unire le nostre forze per fare fronte. Meglio morire da guerriero sul campo di battaglia che da pecora servile al regime

  2. Grazie Marie Noelle!
    E’ una sintesi “poetica” senza pretese di aver ragione e di convincere nessuno.
    Uno stato d’animo che grazie al dott. Fioranelli abbiamo provato a dar voce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *