(audio intervista) IL FUTURO CHE VOGLIAMO

Questo articolo potrebbe essere la cosa più importante che leggi per “gestire” la situazione che stiamo vivendo e la realtà distopica che si è ormai delineata.

Come sai da tempo stiamo approfondendo la questione VACCINI con le dirette del martedi sera. Nel frattempo il tempo scorre inesorabile e l’autunno e si avvicinerà più in fretta del solito.

Ma è già tempo di scegliere! Se sei genitore per esempio devi decidere se scommettere che tutto tornerà come prima oppure se davvero le restrizioni, il distanziamento, la mascherina, il plexiglass di cui parla il governo sarà la realtà per i nostri figli.

Abbiamo bisogno di agire fin da subito e velocemente. Questa è la posizione che abbiamo maturato in questi mesi. Abbiamo di fronte 60 giorni per mettere le nostre energie, la nostra fiducia, le nostre competenze per creare e rivendicare un futuro che non sia un incubo per tutti.

Questa lettera è un appello all’azione.

Da tempo cercavano qualcuno che potesse convincerci di una strategia operativa da seguire con cui condividere non solo una visione simile della realtà attuale ma anche una strategia operativa che ci risuonasse dentro. Crediamo di averlo trovato! Gli abbiamo scritto e lo abbiamo incontrato (virtualmente) per conoscerlo meglio.

Si chiama Fabio Zoffi. Lui si definisce intraprenditore (entrepreneur), padre e libero pensatore. E già capite perchè ci piace: un uomo che intraprende, crea valore nel mondo del business (controlla un portafoglio di imprese digitali) e che mette come seconda esperienza: l’essere genitore. E’ un padre di due figli e ha deciso di giocarsi tutto “ma proprio tutto” , come dice lui, per far sì che ci sia un altro futuro per i propri figli.

Qui di seguito una recente breve intervista a Zoffi dove spiega molto bene la sua lettura dei fatti e la sua proposta agli italiani.

FONTE : webinar ALVISE, intervista di Francesca Mandarino

1 commento su “(audio intervista) IL FUTURO CHE VOGLIAMO”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *