VACCINO O NON VACCINO E GLI ALTRI DILEMMI

Crediamo che la maggior parte di noi, specialmente se genitori di figli in età scolare o prescolare, negli ultimi anni si è già fatto una idea se vale la pena vaccinarsi, i pericoli etc.

Queste informazioni preziose si trovano facilmente in rete. Magari potremmo indicare alcune che riteniamo particolarmente interessanti sul piano scientifico. Quindi scienziati come Montanari, medici come Gava e molti altri.

Noi pur non essendo stati finora NO VAX ma piuttosto PER LA LIBERA SCELTA, oggi sentiamo che l’argomento va messo in relazione ad altri livelli. Il livello “salutistico” potrebbe non bastare per prendere una decisione nel prossimo futuro. E intendiamo l’autunno che viene. Fra 3-4 mesi? Insomma giusto il tempo di mettere i piedi in mare e tirare il fiato (senza mascherina per un momento!). Ma poi arriveremo velocemente a settembre con le conseguenze economiche su scala mondiale che cominceranno a palesarsi. Adesso siamo solo al 10%…

Molti genitori però fin da adesso vivono il dilemma di mandare o non mandare i propri figli in una scuola con distanziamento, mascherine, vaccinazione e altre follie collaterali.

Non crediamo che saranno dei medici a fornirci la soluzione. Occorre provare ad allargare lo sguardo e capire se si scorgono altri elementi per decifrare il futuro e prendere decisioni concrete per i propri figli e famiglia.

Steiner (noi non siamo steineriani…) come sapete aveva affermato (profetizzato!?) uno scenario pesante: che i medici “materialisti” attraverso la vaccinazione fin da neonati avrebbero cercato di eliminare l’anima dall’essere umano. Una panzanata? Forse.

Oggi però, almeno a noi, queste parole risuonano molto più inquietanti. Soprattutto se uno incomincia ad addentrarsi in discorsi che in passato sembravano semplice complottismo ma che adesso stanno emergendo (pur a fatica nei media mainstream) su un piano giudiziario. E mi riferisco tra altre cose a tutta la questione inquietante del pizzagate (se non sai cosa sia prova a cercare su internet), cioè a un eventuale pezzo importante dell’elitè mondiale (politica, finanziaria, economica, culturale) che è coinvolta in cose molto pesanti, per noi normali cittadini letteralmente NON CREDIBILI.

Bene cosa importa tutto questo coi vaccini e vaccinazione obbligatoria?

Anni fa credevamo che i vaccini fossero un grande business e la cosa finiva lì. Eppure se fai i conti in tasca a chi gestisce le multinazionali farmaceutiche cominci a sospettare che i soldi siano solo un effetto collaterale di una strategia che ha ben altro come scopo primario.

Quale sarebbe allora questo scopo?

La riduzione della popolazione? L’asservimento definitivo della masse? L’eliminazione di una livello di coscienza? Non saprei dire. Forse una di queste cose, forse tutte, forse altre cose. Ma non è solo questioni di più miliardi nelle tasche di qualcuno. Perché ? Perché semplicemente quel qualcuno i soldi LI STAMPA out of thin air. Che è quel che fanno le banche centrali (notizia che per molti suona incomprensibile ma che è totalmente certa. Non è una teoria ma è l’essenza stessa del sistema finanziario monetario in cui viviamo. E’l’elefante su cui ci muoviamo come piccole formiche ed è talmente più grosso di noi che non lo vediamo pur vivendoci sopra!).

Se sei arrivato a leggere fin qui vuol dire che potrebbe interessarti quel che ti proponiamo di approfondire a partire dai vaccini.

Capire se esistono informazioni serie su eventuali altri livelli, che intanto definiamo “più sottili” che siano riconducibili a questa ossessione da parte di qualcuno di vaccinarci tutti e fin dalla nascita.

Intanto ti suggeriamo di guardare 2 documenti:

  1. THE END, un documentario (sottotitolato in italiano)  realizzato da un famoso personaggio di Hollywood che racconta alcuni fatti inquietanti di quel mondo che per decenni ha vissuto sulla sua pelle e di cui può parlare con cognizione di causa.

Per saperne di più visita il sito web di chi lo ha realizzato senza alcun fine commerciale.

2.  Un recentissimo monologo di Laura Eisenhower, pronipote del presidente americano omonimo, che è stato realizzato a Maggio (2020).  Parla di quel che sta arrivando, la seconda ondata… (se troverai questo video interessante e magari ne trovi una versione con sottotitoli in italiano segnalacelo!)

A questo punto spero che siamo riusciti a trasmetterti il tipo di informazioni che andiamo cercando e raccogliendo e che crediamo possa fornirci chiavi utili per basare scelte concrete nelle prossimo futuro.

Sentiamo che, come invita Laura Eisenhower, e come prefigurava già tempo fa Salvatore Brizzi (vd sotto)  potrà rivelarsi importante creare spazi alternativi (comunità autosufficienti?)  in cui poter vivere a latere di un Sistema in cui non sarai disposto a far vivere la tua famiglia.

Forse andiamo incontro a scenari in cui diventare “autosufficienti”, responsabili della nostra salute, dell’educazione dei nostri figli, del cibo che mangiamo sarà una conditio sine qua non per permettersi il lusso di stare fuori da un sistema che se non sei vaccinato ti toglie il diritto di avere un conto corrente, di andare a scuola, di avere assistenza sanitaria, una pensione, di viaggiare su mezzi pubblici, di varcare il confine…. punto interrogativo ed esclamativo !

Ecco per concludere  queste parole di Salvatore Brizzi in cui abbiamo trovato profonde risonanze per ciò che portiamo avanti con il nostro progetto genitoriquieora.it :

Questo pianeta è saldamente nelle mani di qualcuno che vuole un’umanità asservita – malata fisicamente e succube psicologicamente.

Adesso non si tratta di combattere ciò che c’è, bensì di creare il nuovo: una società dentro la società. Una rete di piccole comunità autosufficienti diffuse lungo tutto il territorio, all’interno delle quali non importa che i bambini abbiano il benestare dell’autorità scolastica per operare nel mondo.

Questi bambini diventeranno adulti totalmente differenti da noi. Non saranno laureati, semplicemente perché non ne avranno bisogno. Nei prossimi anni la laurea non varrà più nulla e solo le qualità interiori decideranno del futuro dei nostri figli. Loro sono la nuova specie che abiterà la Terra.

Ripeto: abbiate il coraggio di osare, perché siamo sostenuti. Ma abbandonate la rabbia, smettete di crogiolarvi nel “senso di ingiustizia”, perché sono entrambi frutto della paura, ossia zavorre che vi tengono ancorati a terra impedendovi di volare.”

adesso che sei arrivato qui qui scrivici le tue sensazioni a caldo dopo. Anche e soprattutto se non sei d’accordo. Spiegaci perché. Raccontaci la tua visione e qualsiasi suggerimento di persone “sagge” da incontrare, con cui confrontarsi. Siamo un piccola community e abbiamo bisogno anche della tua attiva partecipazione per continuare a offrire informazioni nutrienti e concrete.

21 commenti su “VACCINO O NON VACCINO E GLI ALTRI DILEMMI”

    1. Grazie Anna del tuo commento. Certamente non é rassicurante ma siamo adulti e…vaccinati e una parte del cammino di consapevolezza include aprire gli occhi cercando di rimanere fuori dalla paura, rabbia e senso di ingiustizia. Non cosa facile. Per passare all’azione occorre ruminare e maturare in sé molte informazioni in poco tempo.
      Non tutti siamo allo stesso punto. Al contrario la realtà lá fuori procede uguale per tutti. Hai ragione é tempo di entrare in azione. Se avessi la bacchetta magica cosa faresti?

      1. Condivido pienamente….io personalmente sono contraria al vaccino….ma mi rendo conto che ci sono persone che magari con patologie particolari o per la semplice paura di essere contagiati non aspettano altro che fare il vaccino. Dovrebbe essere una libera scelta… io ho 2 figli di 16 anni e non so se sarebbero obbligati , ma sicuramente anche non lo fossero e dovessero riprendere scuola ingabbiati dal plexiglass e mascherina preferirei non avessero una cultura….io mi chiedo come questi ragazzi possano reagire a tutto questo caos e che conseguenze possano portarsi dietro….parlo x i miei figli in età adolescenziale, dove le relazioni sono molto importanti , si sono trovati chiusi in casa, da un giorno all altro…buttati davanti ad un monitor per seguire scuola….non avere più rapporti con coetanei…. non avere più modo di fare attività fisica…. sono stati in silenzio….rispettato le regole… hanno dovuto rimboccarsi le maniche per dover stare dietro ad una scuola fantasma…. quando gli é stata data la possibilità di uscire, non sapevano neppure più che scarpe avevano…cosa indossare…. e ora si parla di obbligarli a fare un vaccino altrimenti il proprio diritto alla scuola sparisce….prima dovere e poi neppure più diritto! E se vai a scuola non puoi avere contatti…… magari scopri che la tua compagna di banco é cambiata si è fatta carina….ma non puoi avvicinarti…non puoi sorridergli , intanto non può vedere il tuo sorriso…. perdono tutto!!! E i bambini più piccoli….non possono giocare con il compagno durante l intervallo xké c è la distanza da mantenere….. peggio del carcere!! Noi siamo adulti possiamo ragionare …capire….ma loro devono vivere….farsi le loro esperienze…. avere relazioni e soprattutto avere la libertà di poter vivere!!!

  1. Articolo interessante.
    La mia diffidenza alle vaccinazioni nasce per un fatto molto semplice, basta osservare la natura. Se noi tagliamo un ramo di un albero, inevitabilmente l albero dará forza ai rami più piccoli a svilupparsi; intendo dire che un virus appartiene ad una famiglia di virus, quindi se io elimino quel virus attraverso il vaccino, allo stesso modo se tagliamo un ramo grossi di un albero, inevitabilmente daremmo forza ad altri virus della stessa famiglia a svilupparsi..
    I virus come i batteri sono nati prima delle cellule, essi sono elementi essenziali alla costituzione di un organismo, quindi ho qualche dubbio che i virus sono responsabile di malattie. Se noi osserviamo un organismo come un ecosistema, la malattia potrebbe essere sintomo del disagio dell’ ecosistema stesso, di cui il virus ne rappresenta una parte, ed essendo una formazione primordiale addirittura alla cellula, non può avere in se il programma della morte, ma della vita!
    Quindi l accanimento imputatorio verso i virus e i batteri, potrebbe essere una visione semplicistica, riduzionista e tendenziosa, che entra in un quadro di visione dell’ essere umano come vittima, e non come artefice della propria realtà, inducendo un segno di rassegnazione e quindi di addomesticamento ad un sistema corrotto.
    Nasce la necessità di un cambio di paradigma, con una visione più ampia della vita, non legata solo alla routine quotidiana.
    La domanda che dobbiamo porci è chi siamo, da dove veniamo, dove andiamo, quesiti essenziali all ampliamento della coscienza.
    Con queste premesse sono assolutamente favorevole alla creazione di piccole comunità, che si formano non per difesa o sopravvivenza ma come necessità interiore alla scoperte della nostra Origine

  2. Ciao, è una bellissima iniziativa e spero vivamente si possa realizzare! So che esistono già realtà sul territorio italiano come la valle degli elfi per citarne una, da quel che so funziona ed i loro Giovani sono tutti sani.
    Vi sosterrò spiritualmente finché non potrò materialmente, mi piacerebbe essere un giorno una delle famiglie di riferimento di questa comunità.
    Che non sia utopia.

  3. Fabrizio Pierpaoli

    Condivido con voi ciò che avete scritto , se pur non ho figli, ma avendo 65anni prossimo al vaccino , che non voglio assolutamente fare, visto cosa c’è dietro tutto ciò.
    Io contatterei Mauro Scavorelli ,persona acuta e preparata che lotta per la giustizia .

  4. Non ho figli e, a questo punto della mia vita e visto quello che sta capitando, non posso che dire: Per Fortuna! Sono contrario alle vaccinazioni che, ho sempre pensato, fossero sostenute semplicemente dalle case farmaceutiche per arricchirsi. Il vostro nuovo punto di vista, che amplia il panorama, mi sembra assolutamente plausibile. Cosa fare? Quello che suggerite può essere una via d’uscita. Certo è che le trame dei film di fantascienza degli ultimi decenni, con comunità in lotta perenne tra loro, sembrano si stiano avverando, Solo la crescita di una consapevolezza che faccia svegliare le coscienze può far cambiare la tendenza; e voi lo state facendo! Non posso fare altro che ringraziarvi per il presente e per quello che farete nel futuro; anche perché lo fate per tutti, anche per gli “addormentati”.

  5. Giuseppe Di Girolamo

    Condivido totalmente l’affermazione di Brizzi e credo come lui che la chiave sta nel cercare di ideare e costruire qualcosa di positivo e alternativo al sistema dominante, senza farsi ingabbiare dalla paura e dall’odio verso i supposti burattinai. Purtroppo non sempre è facile coltivare il giusto atteggiamento, specialmente se si è in pochi o isolati, e specialmente se si hanno figli, bisogna lottare anche per loro, ma è più difficile non farsi prendere a volte dallo sconforto per il loro futuro.

      1. Mariadele Massaia

        L’intervista a Laura Eisenhower con sottotitoli in italiano esiste su YouTube,concordo con voi e con quello che dice .Mi ha colpito la sua frase:io non acconsento e l’ho fatta mia.Penso che sia una grande prova per l’umanita’,non si può essere tiepidi altrimenti saremo sopraffatti dalla loro perfida genialità. Vedo sempre più una separazione tra chi è cieco e chi ha aperto gli occhi e “vede”,vedo persone uscire con le maschere all’aperto,sento di persone che dicono che bisogna ubbidire alle regole senza chiedersi se sono giuste,persone che dicono che faranno il vaccino .Mi sembrano alieni o l’aliena sono io?

  6. maccario cuia simona

    Sono d’accordo con voi su ciò che avete scritto.
    Godiamoci questo cambiamento epocale che la nostra anima ha deciso di vivere con pace e serenità. Non c’è nulla che ci possa accadere che non serva alla nostra evoluzione.
    Grazie

    1. Personalmente seguo le opere di Brizzi da un bel po’ di tempo e non posso che essere d’accordo con quanto da lui sostenuto.
      Combattere con rabbia è inutile, bisogna creare un mondo, una realtà parallela incline al nostro essere di “Risvegliati”.
      E per far questo dobbiamo unirci ed organizzarci in gruppo

  7. Ho ascoltato a un convegno Salvatore Brizzi , ho conosciuto Claudia Rainville , e ora
    ho conosciuto Voi tramite UNO EDITORI , senza saperlo abbiamo delle affinita’
    quindi penso che siamo in tanti che cercano
    alternative al sistema dominante , e credo che ci saranno sempre piu’ persone
    che silenziosamente si metteranno la mascherina , ma appena girato l’angolo poi
    la toglieranno ….la liberta’ e’ il bene piu’ prezioso… credo che chiunque cerchi di
    schiavizzare l’essere umano e’ destinato al fallimento …….
    mario

    1. Franco Malpeli

      Credo che ci sia un’intelligenza notevole dietro tutto quello che sta succedendo e concordo che si possano cercare spiegazioni anche a livello “sottile”.
      Interessante l’idea delle comunità autosufficienti. Forse non cambieranno il mondo, ma potrebbero essere un’alternativa, finché le consentiranno.
      Per finire, vi segnalo questo breve video, mi sembra in tema
      https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=768328533945491&id=100023050542071&sfnsn=scwspwa&extid=KfPmBjCCZ15198AJ&d=w&vh=i

  8. Beh che dirvi avete riassunto il mio stesso sentire. Sono comunque fiduciosa che tutto volgerà per il meglio e che questa situazione che stiamo vivendo serve per farci fare un salto evolutivo. Grazie del vostro lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *