La fiducia nella saggezza del corpo e nella innata voglia di imparare dei nostri figli

Qui di seguito alle nostri riflessioni è disponibile la registrazione integrale del Webinar dal titolo “La fiducia nella saggezza del corpo e nella innata voglia di imparare dei nostri figli”.

Alcune riflessioni

E’ stata per noi una bellissima emozione poter presentare il progetto Genitori Qui e Ora e condividere informazioni ed esperienze che sentiamo importanti.

Durante il Webinar Andrea ha sviluppato il tema della fiducia nell’innata voglia di imparare dei figli. Che noi umani abbiamo un innato desiderio di conoscere lo dicevano già gli antichi Greci come Aristotele. Proprio quella cultura che sta alla base della nostra cultura, del nostro modo di pensare, di percepire la realtà. E la prima idea di scuola è proprio nata allora. In verità di quella esperienza antica ci è rimasta qualche pallido riflesso qualche rimasuglio con termini come “gymnasium”, accademia etc. Allora si coltivava proprio quell’innato desiderio di conoscere di cui era convinto Aristotele, che era un “prof” all’Accademia di Atene.

Oggi al contrario il corpo è dimenticato, rimosso. Oggi siamo ridotti a cervelli che camminano e allora la scuola, tranne che per una minoranza, circa un 5% degli studenti (il cui tipo di intelligenza è linguistica/verbale o logico/matematica), è una esperienza asfissiante che mina anno dopo anno alla radice la nostra innata curiosità di cui biologicamente siamo dotati fin da subito.

E la scuola è stata disegnata in piena rivoluzione industriale per creare masse di persone desiderose e adatte a lavorare chiuse per lunghissime ore in fabbrica o in tetri uffici. Coltivare la curiosità, la creatività, i talenti di ciascuno non erano tra gli obiettivi della scolarizzazione delle masse.

Oggi ci troviamo, in tutto il mondo, ancora con questa eredità che se in qualche modo ha avuto un senso allora, oggi meno che mai ha valore. E ogni giorno ne vediamo i limiti sui nostri figli, sulle nostre famiglie.

Ci sono alternative? Certo, ma intanto fin da subito incominciare a riprenderci poco a poco la responsabilità dell’educazione dei nostri figli e non delegarla al 100% agli “esperti” può volere dire sapersi ritagliare più tempo per passare con loro, esporli a esperienze di vita reale, dare loro fiducia, dare loro responsabilità crescenti dentro la quotidianità delle faccende domestiche, loro desiderano sentirsi utili, poter contribuire attivamente alla vita della famiglia, della loro comunità e non solo essere soggetti passivi, consumatori.

Successivamente Maria Gabriella si è addentrata nel tema della fiducia nella saggezza del corpo, in quell’intelligenza frutto di milioni di anni di evoluzione che si esprime nella perseverante tendenza dell’organismo a ristabilire la normotonia e nella sua smisurata capacità di adattamento.

Il tema della fiducia nell’Ascolto dei sintomi dei figli abbraccia anche la fiducia nella competenza e nel sentire di mamma e papà: nessuno conosce i figli come i genitori. Mamma e papà sanno quando loro figlio non sta bene, ancora prima di prendere in mano il termometro o di avere il responso del medico. Mamma e papà sono estremamente competenti in materia dei propri figli: nutrire e imparare a fidarsi di questa competenza è un elemento chiave nell’Ascolto dei sintomi dei figli.

E poi c’è la fiducia nella saggezza dei sintomi, che se ci disponiamo ad ascoltare e impariamo a farlo, ci fornisce delle chiavi preziosissime per favorire il processo di guarigione e per generare benessere nella vita dei nostri figli e di tutta la famiglia.

Per diventare genitori qui e ora in ascolto dei propri figli proponiamo un vero e proprio Percorso che prevede 12 incontri di gruppo (online) in 6 mesi, a cui si può accedere solo avendo seguito prima un Videocorso Introduttivo che fornisce gli strumenti pratici e le informazioni necessarie per intraprendere in gruppo

PERCORSO IN ASCOLTO DEI SINTOMI DEI FIGLI

Per qualunque domanda o chiarimento clicca qui e contattaci.

Un abbraccio,

da Maria Gabriella e Andrea, genitori qui e ora.

2 commenti su “La fiducia nella saggezza del corpo e nella innata voglia di imparare dei nostri figli”

    1. Maria Gabriella Bardelli

      ciao Natalina,
      questi percorsi sono rivolti certamente ai genitori, ma non solo. A chi a nipoti o a chiunque si prenda cura di bambini o ragazzi.
      Stiamo per rendere disponibile sul sito anche il corso sul Metodo Enia che è rivolto a chi desidera imparare e disporsi ad ascoltare i propri sintomi.
      Ti informeremo non appena sarà disponibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *